CiaspoleConsigli praticiEscursionismo/TrekkingIl racconto del giorno dopo...Scale di difficoltàScialpinismo
Alpe DeveroSvizzeraVal BognancoVal GrandeVal VigezzoValle AnzascaValle PesioValle Strona
Agosto 2012Aprile 2012Gennaio 2012Dicembre 2011Settembre 2011Agosto 2011Giugno 2011Maggio 2011Aprile 2011Gennaio 2011Dicembre 2010Novembre 2010Settembre 2010Agosto 2010Luglio 2010Maggio 2010Gennaio 2010Dicembre 2009Novembre 2009Ottobre 2009Settembre 2009Giugno 2009Aprile 2009Gennaio 2009
Camminiamo Hotel Rigoli Libreria Monti in città Vie Normali Il Nido di Cicogna In Valgrande Lago Maggiore Adventure Park

Punta d'Orogna.Sci alpinismo Devero

12 Dicembre 2010

Punta DPunta DLocalità della Gita: Alpe Devero; Italia
Nome della Cima: Punta d'Orogna m. 2447 s.l.m.
Esposizione: NE
Difficoltà: E; MS
Dislivello effettivo: m.930 (dato GPS)
Distanza salita e discesa: Km.12 (dato GPS)
Tempo totale salita e discesa: circa 3 h30'
Cartografia: Carta Nazionale Svizzera 1:25 000 foglio 1290 Helsenhorn.
Periodo consigliato: Dicembre-Marzo
Bollettino Meteo della zona
Copertura telefonia cellulare: Discreta copertura di telefonia cellulare.
Rifornimento di acqua: Buono il rifornimento di acqua lungo il percorso.
Punto di ristoro/colazione/merende:
Accesso Stradale:Da Gravellona Toce si prosegue sulla superstrada seguendo le indicazioni per Domodossola. Dopo l'uscita di Masera si seguono le indicazioni per la val Formazza. Si supera il comune di Crodo e si arriva a Baceno, in corrispondenza di un tornante si svolta a sinistra, seguendo l'indicazione per Alpe Devero. Prima di arrivare all'Alpe occorre pagare il biglietto del parcheggio € 5,00.

Questa escursione, è percorribile anche dopo una nevicata. Non ci sono tratti particolarmente esposti. Dal parcheggio ci si avvia verso la piana del Devero. Al ponte si prende a sx in direzione del villaggio di Pedimonte. Seguiamo le indicazioni per l’alpe Misanco. Si inizia a salire con pendenza moderata nel bosco seguendo a breve distanza il corso del Rio Buscagna, si compiono alcuni tornanti e, deviando leggermente a sinistra, ci si allontana sempre più dal corso d’acqua raggiungendo un altro ponticello. Lo superiamo e ci portiamo in un rado bosco di abeti verso il piccolo pianoro dove si trova l’alpe Misanco m.1907 s.l.m. Si supera l’alpeggio e si svolta a destra con un aumento della pendenza fino ad entrare in un piccolo canalino che ci porterà al pianoro prima delle due isolate baite alla quota di m. 2036 s.l.m. Lasciamo le baite sulla sinistra, e in breve arriviamo nella val Buscagna, spesso battuta dal vento. Proseguiamo senza percorso obbligato, fino a vedere la vetta meta dell’escursione. Superiamo una piccola depressione per poi risalire l’ultimo tratto, un po’ più ripido, che conduce alla panoramica vetta.
Attenzione alle cornici

    Pubblicato in Scialpinismo   |  Commenta [0]

Inserisci un commento:

Nome

Indirizzo Email

Il tuo sito (campo opzionale):


Commento



© 2009 Montagnamente.it - P.Iva 01277860035 - Regolamento - info@montagnamente.it