CiaspoleConsigli praticiEscursionismo/TrekkingIl racconto del giorno dopo...Scale di difficoltàScialpinismo
Alpe DeveroSvizzeraVal BognancoVal GrandeVal VigezzoValle AnzascaValle PesioValle Strona
Agosto 2012Aprile 2012Gennaio 2012Dicembre 2011Settembre 2011Agosto 2011Giugno 2011Maggio 2011Aprile 2011Gennaio 2011Dicembre 2010Novembre 2010Settembre 2010Agosto 2010Luglio 2010Maggio 2010Gennaio 2010Dicembre 2009Novembre 2009Ottobre 2009Settembre 2009Giugno 2009Aprile 2009Gennaio 2009
Camminiamo Hotel Rigoli Libreria Monti in città Vie Normali Il Nido di Cicogna In Valgrande Lago Maggiore Adventure Park

Scale di difficoltà in montagna

20 Giugno 2009

Nelle schede delle vie di salita sono riportate le difficoltà secondo 4 scale differenti, a seconda del tipo di terreno (sentiero, roccia, neve, ghiaccio) da affrontare nella via di salita e dell'eventuale utilizzo di attrezzatura tecnica.

La simbologia utilizzata segue la scala escursionistica, quella alpinistica UIAA (Welzenbach) e quella francese. In aggiunta è presente una notazione che identifica se si tratta di una salita alpinistica normale, su roccia o su ghiaccio.
DIFFICOLTÀ ESCURSIONISMO
T
turistico. Itinerari su strada, mulattiera o sentiero evidente e ben marcato; dislivello non superiore ai 1000 metri; elementare equipaggiamento da gita.
E
escursionistico. Itinerari più lunghi e non sempre su sentieri evidenti, possono comprendere tratti senza tracce o zone rocciose più ripide con passaggi in genere non molto esposti, a volte anche attrezzati; equipaggiamento adeguato, da montagna.
EE
per escursionisti esperti. Itinerari che possono richiedere anche facile arrampicata su roccia, con problemi d’esposizione, passaggi su nevai ed in generale l’attraversamento di zone impervie; equipaggiamento adeguato anche alla sicurezza individuale.
EEA
per escursionisti esperti con attrezzatura. Itinerari su vie ferrate o percorsi alpinistici attrezzati, dove la frequenza delle attrezzature, l’impegno fisico richiesto e la notevole esposizione rendono necessario l’uso di attrezzature per l’autoassicurazione e l’eventuale assicurazione reciproca.

DIFFICOLTÀ ALPINISMO - Scala UIAA (Welzenbach)
I
facile. È la forma più semplice di arrampicata, bisogna scegliere l'appoggio per i piedi e con le mani si utilizzano frequentemente appigli, ma solo per equilibrio.
II
poco difficile. Si richiede lo spostamento di un arto per volta ed una corretta impostazione dei movimenti. Appigli ed appoggi sono abbondanti.
III
abbastanza difficile. La struttura rocciosa è ripida o addirittura verticale, appigli ed appoggi sono meno abbondanti e può richiedere talvolta l'uso della forza. I passaggi non sono ancora obbligati.
IV
difficile. Appigli ed appoggi son più rari e/o esigui, si richiede una buona tecnica ed un certo grado di allenamento.
V
tremendamente difficile. Appigli ed appoggi sono rari ed esigui, l'arrampicata richiede tecnica e/o impegno muscolare. E' necessario normalmente l'esame preventivo del passaggio.
VI
estremamente difficile. Appigli ed appoggi sono esigui e disposti in modo da richiedere una combinazione particolare di movimenti ben studiati. La struttura rocciosa può costringere ad un'arrampicata molto delicata in aderenza o decisamente faticosa su strapiombo. Necessita allenamento e notevole forze nelle braccia e nelle mani.

DIFFICOLTÀ ALPINISMO - Scala Francese
F
F+ Facile (non presenta particolari difficoltà)
PD-
PD
PD+ Poco difficile (presenta qualche difficoltà alpinistica su roccia e neve, pendii di neve/ghiaccio fino a 35-40°)
AD-
AD
AD+ Abbastanza difficile (difficoltà alpinistiche su roccia e ghiaccio, pendii di neve/ghiaccio fino a 40-50°)
D-
D
D+ Difficile (difficoltà alpinistiche su roccia e ghiaccio, pendii di neve/ghiaccio fino a 50-70°)
TD-
TD
TD+ Molto difficile (forti difficoltà alpinistiche su roccia e ghiaccio, ghiaccio fino a 70-80°)
ED-
ED
ED+ Estremamente difficile (difficoltà alpinistiche estreme su roccia e ghiaccio, ghiaccio fino a 90°)

TIPO DI SALITA ALPINISTICA
A
salita alpinistica normale. Non richiede attrezzatura e non affronta passaggi di arrampicata, presenta zone ripide ed impervie, qualche passaggio un po' esposto, roccette non oltre il I/I+ grado.
AR
salita alpinistica su roccia. Affronta passaggi di arrampicata dal II grado in sù, richiede attrezzatura da arrampicata (corda, imbrago, rinvii, moschettoni, nuts e friends, eventuali chiodi, caschetto da roccia), necessita di esperienza ed allenamento.
AG
salita alpinistica su neve e ghiaccio. Affronta pendenze superiori ai 35°, creste e canali ghiacciati, richiede attrezzatura da arrampicata e da ghiaccio (corda, imbrago, rinvii, moschettoni, nuts e friends, eventuali chiodi da ghiaccio, piccozza, ramponi, caschetto da roccia), necessita di esperienza, capacità di valutazione ed allenamento.

DIFFICOLTÀ ARRAMPICATA
Tabella comparativa delle valutazioni di difficoltà su roccia
U.I.A.A. USA FRANCIA U.K. AUSTRALIA
I - - -
II
III
IV
V
VI+
VII+
VIII-
VIII
VIII+
IX-
IX
IX+
X-
X
X+

    Pubblicato in Consigli pratici   |  Commenta [0]

Inserisci un commento:

Nome

Indirizzo Email

Il tuo sito (campo opzionale):


Commento



© 2009 Montagnamente.it - P.Iva 01277860035 - Regolamento - info@montagnamente.it