CiaspoleConsigli praticiEscursionismo/TrekkingIl racconto del giorno dopo...Scale di difficoltàScialpinismo
Alpe DeveroSvizzeraVal BognancoVal GrandeVal VigezzoValle AnzascaValle PesioValle Strona
Agosto 2012Aprile 2012Gennaio 2012Dicembre 2011Settembre 2011Agosto 2011Giugno 2011Maggio 2011Aprile 2011Gennaio 2011Dicembre 2010Novembre 2010Settembre 2010Agosto 2010Luglio 2010Maggio 2010Gennaio 2010Dicembre 2009Novembre 2009Ottobre 2009Settembre 2009Giugno 2009Aprile 2009Gennaio 2009
Camminiamo Hotel Rigoli Libreria Monti in città Vie Normali Il Nido di Cicogna In Valgrande Lago Maggiore Adventure Park

Cima Sassaone. Valle Vigezzo

20 Agosto 2011

Sassone Sassone 2 Località della Gita: Valle Vigezzo; Italia
Punto di partenza: Blizz, m. 1190 s.l.m.
Nome della Cima: Cima del Sassone, m. 2085 s.l.m.
Esposizione: Sud; Sud-Est
Difficoltà:E, EE il tratto finale
Dislivello effettivo: m.955 (dato GPS).
Distanza salita e discesa: Km.12 (dato GPS)
Tempo totale salita e discesa: circa 4h
Cartografia: Carta Nazionale Svizzera 1:25 000 foglio 1311 Comologno.
Periodo consigliato: Primavera-Autunno.
Bollettino Meteo della zona
Copertura telefonia cellulare: Scarsa copertura di telefonia cellulare. In alcuni punti si aggancia all'operatore Svizzero.
Rifornimento di acqua: Buono il rifornimento d'acqua lungo il percorso. Fontana presso l'Alpe Ora, Bocchetta di S. Antonio.
Punto di ristoro/colazione/merende:
Accesso Stradale:Gravellona Toce, supestrada fino all'uscita di Masera. Seguire le indicazioni per Santa Maria Maggiore,Toceno; Craveggia. Seguire le indicazioni per Bliz.
Descrizione dell'itinerario: Lasciate l'auto nel parcheggio dove finisce la strada. Seguite la strada sterrata che in breve vi porterà alle baite dei rifugi-ristoro Bliz e la Strua Rusa. Oltrepassate il rifugio la Strua Rusa e poco dopo alla vostra sinistra incominciate a salire su sentiero evidente che vi porterà all'Alpe Blizz m. 1270 s.l.m. con la sua bella chiesetta. Cartelli indicatori e segnavia bianco/rosso vi faranno proseguire in un bel bosco di faggi e guadagnando rapidamente quota, vi porterete all'Alpe Ora m. 1540 s.l.m. Abbandonate la faggeta per entrare in una zona di larici che con un lungo traverso vi porterà alla panoramica Bocchetta di S. Antonio m. 1841 s.l.m, punto di passaggio per numerosi sentieri e belle escursioni. Qui è possibile usufruire di un bivacco d'emergenza sempre aperto. Lasciate la Bocchetta e in direzione N, vi portate verso il Pizzo Formalone m. 2062 s.l.m (circa 40'). Arrivati al Formalone avrete a vista la Cima del Sassone con la sua caratteristica Croce in ferro. Da questo punto l'escursione diventa più impegnativa (EE) e da percorrere con attenzione in caso di terreno bagnato. Seguendo il sentiero che contorna la cresta, vi porterete fino alla base della parete Sud della cima del Sassone che con ripida salita vi porterà alla Croce di vetta (pericoloso in caso di terreno bagnato). La discesa è affrontata seguendo fedelmente il percorso di salita.

    Pubblicato in Escursionismo/Trekking   |  Commenta [0]

© 2009 Montagnamente.it - P.Iva 01277860035 - Regolamento - info@montagnamente.it